Introduzione

Lo scopo di questo sito è prima di tutto mettere odine nella marea di informazioni spesso inutili che affollano i mass media (internet incluso), pubblicando di solito solo le notizie la cui importanza come sotto definita sia rilevante (quindi il singolo fatto di cronaca normalmente non avrà mai spazio).
Riportare solo notizie è utile ma insufficiente se non si introducono gli elementi di base per interpretarle quindi molti argomenti (ad es sotto politica e economia) non saranno notizie ma spunti di riflessione.
La pubblicità qui non ci sarà mai però sono attualmente presenti link a siti che potrebbero averne.
 

Struttura delle notizie

Importanza = effetto stimato che la notizia ha su un italiano medio ogni anno
Questo parametro importantissimo serve a discriminare approssimativamente le notizie di distrazione di massa da quelle utili misurandone l'impatto economico (in euro).
Sebbene tasse e sperperi ammettano facili calcoli di danni esistono altre notizie importanti che non sono facilmente quantificabili e per le quali la valutazione potrebbe essere presente con un asterisco che indica la soggettività del calcolo.
Le parentesi quadre [] contengono i calcoli della valutazione e le parentesi graffe {} indicano che l'importanza è un numero una tantum e che quindi non si ripete annualmente; i moltiplicatori danni vengono usati per includere nell'importanza della notizia anche effetti indiretti che danneggiano i cittadini.

Notizia = contenuto su cui il titolo e il commento si basano; molti particolari potrebbero essere omessi cercando di non intaccare la parte essenziale della notizia

Affidabilità = probabilità che la notizia sia vera e che i contenuti siano credibili (es. pur essendo vero che il politico X abbia promesso Y i contenuti promessi potrebbero essere demagogici risultando in uno 0%), più in generale dipende dalle fonti. (default=95%).

Commento = tutte le stupidaggini che mi passano per la testa (nessuno vi obbliga a leggerle).

Interazioni

In questo paragrafo proverò a fare una lista disordinata di tutte le interazioni fra cittadino e universo  al fine di dimostrare che il voto (anch'esso un'interazione) non è l'unica mossa possibile per cambiare le cose.

Interazioni politiche (voto, corruzione, violenza)
I cittadini possono eleggere politici che (art67 costituzione) non rappresentano il popolo ma la nazione e non sono tenuti a mantenere gli impegni, l'influenza del voto sulla politica italiana reale è oggettivamente bassissima (votate quel che vi pare e non cambia praticamente nulla).
La corruzione rappresenta in Italia la più importante ed influente interazione cittadino/politica e permette di ottenere leggi favorevoli o appalti calpestando i diritti di chi vota e non corrompe:
da questo punto di vista lo stato è una plutocrazia più che una democrazia.
La violenza merita un discorso a parte perché dipende molto da come è realizzata;
la violenza del singolo ha un'influenza che cresce esponenzialmente con l'intelligenza quindi visto che gli intelligenti hanno di meglio da fare l'influenza è tipicamente bassissima.
La violenza organizzata in struttura paramilitare rigida (esercito occupante, mafia) o paramilitare flessibile (intelligence, terrorismo) presenta invece un gran numero di elementi intimidatori che riescono a piegare facilmente tutti i politici inclusi gli onesti.
Da notare che il voto è legale, la corruzione è legale nei finanziamenti e con pene ridicole nei reati specifici mentre la violenza è legale solo se perpetrata da militari o servizi segreti autorizzati.
Non hanno alcuna influenza politica i mass media (solo indiretta per convogliare voti) e gli scioperi.

Interazioni economiche
Ogni transazione economica ha effetti secondari che andrebbero analizzati con attenzione, ad esempio acquistare un'auto tedesca non solo inquina di più l'ambiente ma accentua l'attuale sbilanciamento commerciale a favore della Germania mercantilista con conseguenze di tipo Grecia (In questo momento storico chi acquista beni e servizi tedeschi sta contribuendo attivamente a distruggere il futuro suo e dell'Italia).
Il boicottaggio è uno strumento economico alla portata di tutti ma quando ha senso applicarlo?
Tutte le volte che la transazione provochi pesanti effetti secondari.
E funziona?
Sinceramente devo dire che le leggi sul commercio e in particolare le etichette sono create ad arte per annullare quasi tutti i tipi di boicottaggio: le sanzioni per etichette false sono ridicole e c'è sempre la possibilità di vendere gli stessi prodotti con marchio diverso.

Interazioni informative
Tutti riceviamo dai mass media informazioni, a volte di pessima qualità, ma noi stessi siamo dei potenziali trasmettitori.....
da continuare....